F1 2016: il report completo

Sono successe tante cose in questo mondiale di F1 2016 e tante altre ne potranno accadere visto che al termine del mondiale mancano circa 14 gare.

Un sacco di chilometri e di viaggi quindi si mettono di fronte ai piloti che sognano di vincere il titolo, andiamo a vedere, una per una, la situazione che le big stanno vivendo alla vigilia della settima gara dell’anno, che si terrà in Canada.

F1 2016: la situazione delle big.

La big numero uno è di sicuro la Mercedes, che ha iniziato questa stagione ottenendo cinque vittorie su sei gare, in particolare con Rosberg che ha ottenuto quattro affermazioni e con Hamilton che ha vinto nell’ultima gara.,

Un mondiale quindi che è aperto finora a soli questi due piloti, con Rosberg che ha ventiquattro punti di vantaggio su Hamilton, che però proprio con la vittoria ritrovata a Monaco si è ripreso alla grande e ora vuole la seconda vittoria di fila in Canada per continuare ad insidiare il suo compagno di squadra, nel confronto del quale non c’è più un bel rapporto da diverso tempo.

Il culmine delle tensioni tra i due si può dire che si sia raggiunto due gare fa, quando Hamilton e Rosberg si sono urtati e si sono eliminati a vicenda, una faccenda che la Mercedes sembra aver preso in mano schierandosi dalla parte di Hamilton e lasciando Rosberg emarginato, vedremo se anche in Canada si avrà questa impressione o le cose cambieranno.

Dietro alla Mercedes, is può dire che ci sia la Red Bull, con la scuderia austriaca che ha recuperato gran terreno sia rispetto ai tedeschi sia rispetto alla Ferrari e ora può essere definita la seconda forza del campionato, proprio la situazione della Ferrari sembra essere la più paradossale in questo inizio di F1 2016, vediamo in dettaglio cosa sta succedendo in casa Rossa.

Il mondiale F1 2016 in casa Ferrari.

Finora il mondiale di F1 2016 in casa Ferrari è stato contraddistinto da poche luci e molte ombre, in particolare la Rossa era partita con un potenziale importante, sembrava che si potesse arrivare davvero a vincere il mondiale quest’anno, anche l’inizio è sembrato buono, con cinque gare e cinque podi, tuttavia non è mai arrivata la vittoria e soprattutto si è avuta la chiara impressione che la Ferrari non potrà mai arrivare a livello della Mercedes, almeno in questa stagione, inoltre anche la Red Bull ormai sembra essere diventata più veloce della Rossa, e allora ecco che sono iniziati i primi processi, con Arrivabene che potrebbe esser sostituito a fine stagione, visto che il presidente Ferrari Marchionne si aspettava molto di più, vedremo se la Rossa riuscirà a riscattarsi già a partire dal Canada.

Mondiale F1 2016, gli altri promossi e bocciati.

Venendo gli altri piloti e le altre scuderie si può fare un primo bilancio dopo sei gare e vedere chi merita finora di essere promosso e bocciato.

Di scuro va promosso il giovane Max Vertsappen, che a diciotto anni è diventato il più giovane pilota della storia della F1 a salire sul gradino più alto del podio. Inoltre va promossa anche la Toro Rosso e la Force India, che con pochi mezzi finanziari stanno facendo un grande mondiale, infine promosso anche Fernando Alonso, che è l’unico che riesce a tenere in piedi una Mclaren che altrimenti non riuscirebbe a raccogliere neanche un piccolo punto.

Lascia un commento