Il mondo dei cellulari: come scegliere il proprio?

Da qualche decennio a questa parte i cellulari sono entrati a far parte delle nostre vite, diventandone parte integrante. Oggi non si potrebbe più fare a meno del cellulare e, per venire incontro a tutte le esigenze degli user, questi diventano sempre più tecnologici. Lo sanno bene le varie case produttrici di tecnologia, che sono impegnate in una sorta di gara per produrre e commercializzare lo smartphone più completo e innovativo. Se da un lato c’è chi sceglie device di alta fascia di prezzo, dall’altro c’è chi opta per case produttrici capaci di offrire, allo stesso tempo, qualità e prestazioni a un prezzo decisamente inferiore. Tra queste c’è la LG, nota casa produttrice di cellulari e altri device con un ottimo rapporto qualità prezzo.

Come scegliere il proprio cellulare

Un cellulare lo si sceglie in base a molteplici fattori, ma quello che più deve orientare la scelta è l’utilizzo che se ne vuole fare. Ci sono, al giorno d’oggi, dei cellulari che fanno di tutto: sono allo stesso tempo delle macchine fotografiche discrete, dei lettori musicali, delle agende virtuali, oltre che, naturalmente, telefoni da utilizzare nel più classico dei modi. Per questo motivo, c’è l’imbarazzo della scelta e consigliamo di scegliere il device più idoneo alle proprie esigenze. Ci sono cellulari di ultima generazione per ogni tasca e molti eccellono in termini di rapporto qualità prezzo.

Quali devono essere le caratteristiche di un buon cellulare

cellulari e smartphone LG androidI cellulari devono, innanzitutto, rendere possibile l’inoltro e la ricezione di una chiamata. Questa è solo la caratteristica principale, perché uno smartphone di ultima generazione deve anche potersi connettere a internet, deve scattare delle foto di discreta qualità e deve poter far mandare sms sia nella maniera tradizionale che con le varie applicazioni di messaggistica, scaricabili da una sorta di negozio virtuale delle app. Queste sono le richieste minime, ma ci sono dei device che vanno ben oltre, come, ad esempio, l’LG Nexus 5, che racchiude in sé anche tutta l’esperienza di Google, che ha collaborato con la casa coreana al fine di rendere questo dispositivo perfetto per le esigenze degli user.

Cosa significa smartphone di fascia alta, media, bassa

Quando si leggono le recensioni di uno smartphone, spesso si legge: di fascia alta (o top gamma), di fascia media o di fascia bassa. Cosa significa? Uno smartphone di fascia bassa è quel cellulare che costa poco e che non ha tutte le caratteristiche qualitative degli altri. Ad esempio, la fotocamera ha meno pixel, il processore è meno veloce, ma il vantaggio è il prezzo. Sono degli smartphone pensati per chi non ha grandi aspettative.

Un device di fascia media inizia già ad avere delle caratteristiche e delle peculiarità che attirano chi è intenzionato ad acquistare un cellulare di qualità. Si hanno fotocamere di tutto rispetto e processori importanti. In questo caso anche la RAM inizia ad aumentare e la differenza la si nota.

I top gamma sono il top che si può chiedere: chi è dedito al mondo del gaming online noterà la RAM potenziata, il processore di ultima generazione, ma anche la fotocamera degna di una reflex e le varie funzioni mancanti negli altri dispositivi. Qui il prezzo sale, ma siamo dinanzi a dei cellulari che si avvicinano molto a dei veri e propri pc portatili e, quindi, il prezzo è giustificato.