Come aumentare il fatturato di un e-commerce?

Un sito e-commerce è un ottimo canale di vendita, se sfruttato nel modo giusto. Come valorizzarlo al meglio, aumentando i guadagni?

Perché aprire un e-commerce oggi?

Durante un’intervista, il sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta ha evidenziato come l’investimento nel digitale sia fondamentale per la ripresa economica italiana. L’auspicio è che si dotino di e-commerce non solo le grandi aziende ma anche i piccoli negozi di quartiere. Secondo un’indagine di Unioncamere, 10mila imprese hanno fatto ricorso negli ultimi anni allo strumento dell’e-commerce a fronte di un declino di 45mila operatori nei negozi fisici. Il nuovo Coronavirus ha dato una spinta in avanti a questa tendenza. Anche Amazon ha avuto una crescita esponenziale, tanto da potersi permettere migliaia di assunzioni in un periodo di profonda crisi per il commercio al dettaglio e per l’economia in generale.

Ma vere un sito però non basta. Per vendere infatti, bisogna prima di tutto essere trovati sui canali digitali usati anche dai nostri clienti. È quindi opportuno mettere in conto anche di rivolgersi a un’Agenzia specializzata nel SEO per e-commerce. Tra i territori che più hanno fatto ricorso allo strumento del digitale, abbiamo in Italia la Lombardia ma anche il Sud. Oltre a Campania e Basilicata, c’è la Puglia che proprio sul digitale ha puntato per risollevare l’export. Per questo esistono web agency molto valide, come MisterSito. Tra i suoi servizi, c’è anche la consulenza SEO a Lecce e Milano.

Come guadagnare da un e-commerce? Prima di tutto il posizionamento.

Se tante aziende si sono dotate di un e-commerce è perché effettivamente consente di guadagnare, ma bisogna avere in mente una buona strategia. La SEO ad esempio è un elemento fondamentale che dovrete sviluppare in modo adeguato. Prima di tutto è importante puntare sui contenuti:

  • Fotografiepiacevoli e ottimizzate per i motori di ricerca sono molto importanti. Anche i video sono molto utili, quando di buona qualità;
  • Il testo è un elemento cruciale, perché la descrizione deve essere originale e con un copy non solo accattivante, ma che rispetti la logica SEO per gli e-commerce. Una descrizione copiata da un altro sito, oppure simile ad altri nel vostro negozio, porterà inevitabilmente a una cannibalizzazione, oscurando il risultato meno rilevante.

La SEO per un e-commerce però non finisce qui, perché anche la struttura del sito deve essere buona e creare un’esperienza d’uso per l’utente ottimale. In caso si voglia vendere all’estero ad esempio, il sito andrà localizzato e non solo tradotto, cioè andrà considerato anche il contesto semantico e culturale in cui vogliamo muoverci per sfruttare appieno le potenzialità di internet.

Una strategia omnichannel

Le visite al sito sono molto importanti perché Google registra gradimento degli utenti e i loro comportamenti. Anche le condivisioni social aumenteranno la visibilità del marchio e del sito stesso. Via libera quindi ad una strategia omnichannel, che comprenda quindi sia sito che social. Anche una newsletter e Amazon possono funzionare in sinergia e dare una marcia in più al vostro e-commerce. Anche un comparatore prezzi ad esempio, può garantirvi una certa visibilità e venire integrato nella strategia globale del vostro brand.

Aumentar e la fiducia dei clienti

Uno dei metodi più importanti per aumentare le vendite è aumentare la fiducia dei clienti. Un metodo collaudato è quello di inserire una live chat e puntare molto sul customer care, oltre ad avere delle FAQ e policies chiare che illustrino i diritti del consumatore, politiche di reso e altre informazioni utili. Inoltre, andranno resi evidenti i trust badges come i certificati di sicurezza e i protocolli SSL e garantire dei metodi di pagamento sicuri e certificati, il più semplici possibili.

Un checkout semplice ed intuitivo per migliorare l’esperienza utente.

Per aumentare il fatturato e migliorare anche la strategia SEO per l’e-commerce, è necessario ridurre gli abbandoni e quindi rendere facile il checkout è fondamentale. Evitare campi da compilare troppo lunghi, con dati non necessari e poco intuitivi e una barra di progressione, renderanno il tutto molto più allettante per l’utente.

L’importanza dei testimonial.

Il 77% delle persone consulta le recensioni prima di fare acquisti, quindi aggiungerle alla scheda prodotto e al sito stesso aumenterà le vendite. Amazon, Ali Baba e Shein, per citare grandi nomi, le hanno rese cruciali nella propria strategia di vendita.

Upselling e Cross selling

Un ultimo suggerimento per aumentare il fatturato del tuo e-commerce è quello di fare upselling e cross selling. Puoi ottenere questo risultato con metodi diversi, sia usando altri canali, come ad esempio le newsletter, sia sfruttando il sito. Le due tecniche sono diverse, ma possono essere usate anche in modo complementare:

  • L’upselling induce il cliente a comprare una versione migliorata di ciò che sta acquistando. Gli si propone ad esempio, un portatile più potente e più accessoriato e con migliori recensioni. Questa tecnica consente di vendere circa 20 volte di più, anche rispetto al cross selling;
  • Sebbene meno efficace, anche il cross selling è una buona tecnica di marketing e consiste nel suggerire dei prodotti correlati, di una categoria diversa.

Entrambi i metodi aumentano il fatturato e sfruttano le potenzialità della SEO, specifica per e-commerce. L’appoggio di una consulenza SEO vi chiarirà quale metodo è migliore per il vostro settore e modello di business.

SEO prima di tutto, ma anche Social media, newsletter e tecniche di marketing potranno aiutarvi a rendere davvero redditizio il vostro e-commerce. Il commercio digitale infatti non è solo in forte crescita, ma sfida la crisi economica e il distanziamento sociale.

Lascia un commento