Fare business su Instagram: ecco come

Che siano nuove o vecchie generazioni, il boom di Instagram ha coinvolto tutte le persone del mondo. Dai VIP a alla gente comune, dagli adolescenti alle aziende, sono sempre di più i profili attivi su questo aocial network. E a proposito diviene, queste ultime hanno trovato in Instagram un valido strumento per alimentare il proprio business. Al di là di quelle che possono essere le campagne marketing Instagram molto gettonate ed utili in tal senso, il social viene usato come strumento vero e proprio per fare soldi.

Il mondo di Instagram appare dunque dalle mille risorse, in quando facile ed intuitivo nell’utilizzo ma efficace per arrivare dritto al cuore dei potenziali clienti.

Qualche doverosa precisazione

Appare dunque evidente la necessità di precisare alcuni aspetti importanti dell’utilizzo della piattaforma di proprietà di Mark Zuckerberg come strumento business per la propria attività.

In primis infatti c’è sa dire che il sistema è stato migliorato, ottimizzato, al fine di assecondare i bisogni commerciali di utenti sempre più pretenziosi. Nel corso del tempo dunque l’approccio imprenditoriale del social è cambiato, ed è cambiato in meglio.

Accanto a ciò c’è poi anche da evidenziare la possibilità sempre più rimarcata di servirsi di Instagram per farsi pubblicità. Il social marketing è sempre più attivo, grazie ad uno snellimento delle approvazioni dei post di sponsorizzazione.

La creazione del profilo business

Per poter far fruttare Instagram dal punto di vista imprenditoriale c’è bisogno di creare un profilo business. Ovvero non un profilo qualunque, ma una tipologia accattivante e mirata di account che consente di accedere a statistiche del profilo, contrariamente non accessibili. Per ottenere un profilo business bisogna collegare l’utenza Instagram a una pagina Facebook.

E dunque, per chi ancora non avesse provveduto a creare una pagina sull’altro social, è giunto il momento di crearla e poi associarla a Instagram. Per chi invece già è in possesso di una pagina, basta accedere alle impostazioni e cliccare sulla voce passa a un profilo aziendale. La pubblicità su Instagram è uno strumento davvero ad hoc.

La cura di layout e formati della pagina

Per fare business su Instagram bisogna utilizzare layout e formati ideali. Di solito ci si affida al campo visivo e dunque attraverso le foto si prova ad attirare l’attenzione dei possibili clienti. L’immagine deve però apparire neutrale, spontanea, come se non fosse stata caricata appositamente per quella motivazione. Al contempo si possono utilizzare le inserzioni video, con durata massima di 60 secondi.

Le inserzioni con carosello rappresentano invece un insieme di foto e video da spulciare nel caso in cui interessino i nostri prodotti. Riescono a raggiungere facilmente notorietà soprattutto se inseriti all’interno delle Stories. Ci si può infine affidare alle inserzioni attraverso cui si realizzano in contemporanea più post u Instagram e sono l’ideale per chi abbia intenzione di vendere.

Come gestire la cosa?

Infine, ma non meno importante, è utile andare a fondo alla cosa stabilendo una tecnica di gestione delle inserzioni. Ad esempio lo si può fare con l’app da mobile, attraverso la voce gestione inserzioni, o in alternativa ci si può affidare a dei business manager o anche a dei partner esterni (è un’alternativa per coloro che non hanno dimestichezza con la tecnologia).

In vista di quanto si consiglia anche di caricare, a momento debito, la pubblicità tramite app, che aiuta a calcare la mano su un singolo post per volta. Questo lo si può semplicemente fare accedendo al proprio profilo e cliccando sull’icona a forma d’omino. Ivo, scegliere il post da sponsorizzare e fare clic su Metti in evidenza. Insomma gli strumenti sono molti, e sono anche efficaci, non resta che provare. E a questo punto realmente non si farà più a meno di Instagram.

Lascia un commento